Ultima modifica: 1 Ottobre 2019

Continuità_Istituto Comprensivo Centro Migliarina Motto_Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza

22 Settembre Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza

Progetto Continuità

Istituto Comprensivo Centro Migliarina Motto

Scuola dell’Infanzia “Florinda”_”Scuola Primaria Don Sirio Politi”

Una raccolta di racconti inventati dagli alunni con un’attività della Giocopedia della Gentilezza

Contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzare il contenuto

Scuola Primaria “Giovanni Pascoli”

Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza 2019

Il progetto in continuità “Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza”, ha visto la partecipazione di tutti gli alunni della Scuola Primaria “G. Pascoli”.

Partendo dall’ascolto e dalla lettura di storie, sono state avviate conversazioni sul tema della gentilezza, grazie alle quali i bambini sono arrivati a concludere che non si tratta solamente di una parola, ma di un ‘modo di essere’ funzionale all’instaurarsi di un buon rapporto con il prossimo. La gentilezza è un elemento interiore, che deve essere coltivato e tradotto in fatti concreti.

I bambini più grandi hanno donato delle ‘medaglie gentili’ a tutta la scuola, i bambini più piccoli hanno disegnato e colorato messaggi da inviare alle famiglie, tutti hanno infine interagito in modo gentile con il corpo e con la voce, tramite giochi nei locali della scuola.

Scuola Secondaria di Primo Grado “Raffaello Motto”

L’albero della gentilezza

Gli alunni delle classi prime della Scuola Secondaria di Primo Grado “Raffaello Motto”, hanno partecipato al progetto in continuità “Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza” grazie al contributo di tutti gli insegnanti della scuola.

 Guidati dalle insegnanti di lettere,  attraverso letture e riflessioni sui comportamenti “gentili”, hanno lavorato sul senso della gentilezza e le parole che la caratterizzano,  componendo  frasi, frutto del loro  pensiero.

Nelle ore di religione i ragazzi hanno creato cartelloni nei quali la Gentilezza ha preso la  forma di arcobaleni, alberi, nuvole, mani che si stringono e le frasi sono diventate il filo conduttore che come un puzzle, collegava i disegni tra loro.

La Gentilezza ha bisogno di una buona dose di fiducia nell’altro. Partendo da questo pensiero, il giorno 23 settembre , le insegnanti di educazione motoria hanno fatto svolgere agli alunni delle classi prime, alcuni  giochi sulla fiducia: il primo gioco consisteva nel bendare un alunno il quale, aiutato e supportato da due compagni, doveva affrontare alcuni percorsi tracciati in palestra; nel secondo gioco gli alunni, sempre bendati e tenuti insieme da una fune, dovevano raggiungere un obiettivo comune collaborando, metafora della vita condivisa.

Tutte queste attività sono confluite in un laboratorio nel quale, alunni che non si conoscevano tra loro, portando le esperienze maturate durante le varie attività, hanno realizzato insieme “l’Albero della Gentilezza” , con radici forti, fusto robusto e rami che si allungano e accolgono  foglie colorate,che raccontano della gentilezza.

Un lavoro da piccoli eroi, un esempio per noi adulti.

Gli insegnanti della Scuola Secondaria di Primo Grado “Raffaello Motto”.

Contenuto bloccato, accetta i cookie per visualizzare il contenuto
Gornata Nazionale dei giochi dellla gentilezza_20-21-22-23 settembre 2019_Scuola Secondaria di Primo Grado “Raffaello Motto”

Link vai su